Radici nel Mondo promuove un turismo sociale e consapevole.

Stella d’oriente

Passato, presente e futuro dei cristiani in oriente

Per prepararci al Natale, abbiamo scelto di organizzare una giornata con chi e per chi, lo spirito del Natale, lo vive quotidianamente, nella felicità e a volte nel sacrificio.

È proprio lì dove nasce il cristianesimo, ad Oriente, che è in corso una vera e propria emorragia. Pensiamo solo alla Siria e all’Iraq, due Paesi che hanno visto negli ultimi anni intere comunità lasciare i loro villaggi, a causa della destabilizzazione.

Abbiamo quindi scelto di rivolgere il nostro pensiero e le nostre preghiere di Natale a loro, portatori sani di Radici e depositari di una tradizione millenaria, custodi di un patrimonio culturale luminoso.

Insieme alla Fondazione SOS Cristiani d’Oriente e i suoi volontari partiti in missione, visiteremo la Basilica di Santa Maria in Cosmedin, e ascolteremo le testimonianze dei fedeli di ritorno dall’oriente e dei volontari che hanno operato in queste zone. Potremo assistere alla messa col ritro greco melkita cattolico: la Basilica è infatti affidata al Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente, di Alessandria e di Gerusalemme.

“Kosmidon” proviene dal greco e significa “bello”. Non a caso la Basilica è un vero e proprio gioiello medievale che posa le sue pietre sui resti dell’antico Tempio di Ercole.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con la Fondazione SOS Cristiani d’Oriente, la Basilica di Santa Maria in Cosmedin e il Patriarcato della Chiesa Greco Melkita Cattolica

Programma della giornata

ore 10.30
celebrazione messa con rito greco melkita cattolico
ore 11:45
visita nella basilica e dialogo con la Fondazione SOS Cristiani d’Oriente e il Padre Archimandrita Chihade Abboud (rettore della basilica)

————————————-

L’intero ricavato dalla visita verrà devoluto alla Fondazione SOS cristiani d’oriente
(è gradito un contributo minimo di 10€)

Per partecipare compila il form su questa pagina

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono

Per quanto persone prenoti

Condividi